Rapporti con le istituzioni

La strategia di Villa Lorenzi è sempre stata caratterizzata dall’apertura verso il confronto e la collaborazione con tutte le realtà territoriali che svolgono azioni attinenti ai giovani ed alle famiglie e pertanto partecipa ai lavori dei seguenti organismi: Coordinamento Enti Ausiliari Regione Toscana. Delibera Regionale istituito con atto privato, con la finalità di ricercare forme di collaborazione tra i soci, valorizzare le risposte nel campo delle dipendenze, migliorare i propri servizi, organizzare momenti formativi per contribuire ed orientare le politiche sociali. Coordinamento Comunale Dipendenze Comune di Firenze del testo a favorire l’integrazione dei servizi pubblici e privati che operano nel territorio comunale nel settore delle dipendenze tramite il confronto delle strategie, dei progetti integrati, dei rapporti con i servizi. Tavolo Minori del Comune di Firenze, istituito con delibera dirigenziale n° 3750/2004 con funzioni di ricerca e coordinamento per le strutture di accoglienza, socializzazione delle esperienze, consulenza e coordinamento di iniziative nel settore dell’aggiornamento dello studio e della ricerca.
Consulta del Terzo Settore della Società della Salute di Firenze. Partecipa ai lavori della consulta con funzioni di consulenza promuovendo la partecipazione attiva delle organizzazioni del volontariato e del terzo settore, al fine di condividere le linee di azione pubbliche in campo socio sanitario e partecipare alla costruzione del Piano Integrato di Salute.
Villa Lorenzi,a seguito della stipula del protocollo di intesa con la Regione Toscana, ha sviluppato un rapporto di collaborazione con l’Istituto degli Innocenti, la più antica istituzione pubblica italiana dedicata alla tutela dei bambini. L'istituto è inoltre Centro Nazionale di documentazione e analisi per l'infanzia e l'adolescenza e Centro Regionale di documentazione per l'infanzia e l'adolescenza.
Detto protocollo definisce le modalità di collaborazione volte a realizzare sia azioni di sostegno alle famiglie sia interventi di prevenzione nell’ambito dell’educazione alla geni­torialità. La collaborazione con l’Istituto degli Innocenti è finalizzata ad una comune progettazione di interventi e iniziative di studio e informazione sui temi relativi alla genitorialità, come prevede il protocollo di intesa.
L’esigenza di approfondire le tematiche educative nel rapporto con i minori ed i giovani ospiti di Villa Lorenzi, ha spinto la struttura a ricercare un rapporto di collaborazione con l’Università di Firenze, sia attraverso la collaborazione con alcuni docenti sia nella formula del tirocinio per i laureandi in Psicologia e Educazione e in Servizio Sociale.
Nel corso del tempo si sono strutturati rapporti di particolare rilevanza con la Regione Toscana, la Provincia di Firenze, il Comune di Firenze, le Circoscrizioni, l’Azienda Sanitaria Fiorentina, le Istituzioni Scolastiche. I rapporti formali esistenti con tali istituzioni sono riportate nel seguente prospetto.

L'assetto giuridico e istituzionale

L’Associazione di volontariato “Progetto Villa Lorenzi” è stata costituita in data 23 Dicembre 1988, successivamente è entrata a far parte dell’Albo Regionale “Enti Ausiliari” e nel 1992 con Decreto P.G.R n. 561 della Regione Toscana è stata iscritta all’Albo Regionale del “Volontariato”. Con l’entrata in vigore D.lgs. n. 460/1997 si colloca di diritto in base all’art.10 comma 8 fra le “ONLUS”. Lo Statuto dichiara che la finalità dell’Associazione è “prevenire il disagio giovanil prestando un servizio attivo e continuativo a favore di situazioni di bisogno del singolo e della collettività” e descrive dettagliatamente i campi di intervento: “la promozione attraverso l’esperienza comunitaria della personalità dei singoli destinatari dei servizi offerti dalla struttura, l’offerta di consulenza a coppie e famiglie in difficoltà nell’educazione dei figli, la cura della formazione professionale degli operatori che lavorano all’interno dell’Associazione stessa ,la cura dell’aggregazione e della formazione del volontariato.”
Lo Statuto prevede per il funzionamento che la sua struttura organizzativa sia composta da: l’assemblea degli associati (fondatori e ordinari), il comitato esecutivo, il presidente e il collegio sindacale.